Sciascia e io

Non posso negarlo, vedere il mio nome sulla copertina di un libro firmato da Leonardo Sciascia è per me motivo di grande orgoglio. Da assidua lettrice (e ri-lettrice) dei romanzi dell’Autore, è un onore cui non avrei osato ambire, ed è stato un autentico regalo da parte di Roberto Russo, editore di Graphe.it che ormai più di un anno fa, mi ha proposto di lanciarci in questo progetto, e di curarne la prefazione (!!).
Il primo passaggio, è stato l’acquisto dei diritti, perchè come saprete, gli scritti di Sciascia non sono liberi da Copyright. La missione che inizialmente ci sembrava quasi impossibile, si è invece risolta in tempi insperatamente brevi, e la “Breve storia del romanzo poliziesco” di Leonardo Sciascia proprio oggi, 26 febbraio esce in tutte le librerie nella collana Parva di Graphe.it (come extrema ratio in alternativa alla libreria, è acquistabile anche negli Store Online e sul sito di Graphe.it).
In una trentina di pagine di testo, ritroverete tutta la logica tagliente di Leonardo Sciascia, la sua competenza in materia di romanzo giallo, la sua capacità di esplorare la società attraverso la letteratura – che della società è uno specchio.
Nella mia prefazione ho anche voluto ripercorrere a volo d’uccello una parte importante della sua produzione letteraria; così che la lettura di “Breve storia del romanzo poliziesco” sia un invito a riprendere in mano i suoi libri. Che riscoprirete attuali, taglienti, acuti interpreti del nostro passato e nel contempo illuminanti chiavi di lettura per il nostro presente.
Come contenuti extra: un bellissimo ritratto dell’autore, firmato dall’artista e illustratore Giacomo Putzu; una cronologia della vita di Leonardo Sciascia, e un prezioso indice dei nomi.
Vi aspetto in libreria! 😉

28 ottobre ARGOSPA

Un’ora di lettura ospite della VI B del Liceo Scientifico Asproni Iglesias e della prof. Federica Musu

Festival GialloGarda 2021

Il Festival GialloGarda è sempre sinonimo di un’esperienza straordinaria.
Ospiti del West Garda Hotel, quest’anno abbiamo avuto il piacere di presentare la raccolta di racconti “Giallo in Tour” a cura di Roberto Van Heugten, edito da Isenzatregua, per un progetto legato a GialloGarda dedicato ai territori, che contiene il mio racconto “La signora scompare”.

Ed è stata poi la volta della menzione per “Piani Inclinati”, letta da Matteo Colombo (il vincitore dell’edizione 2020 del Festival GialloGarda), e consegnata dal professor Carlo Zaza, presidente della giuria del Festival.

L’occasione è stata anche quella per vedere finalmente riunito il comitato di fondazione del Rete PYM di Fiere e Festival, compresenti i direttori artistici di GialloGarda, ElbaBookFestival e Fiera del Libro di Argonautilus.

27 settembre: Piani Inclinati al Bordighera Book Festival

Stavolta al Bordighera Book Festival c’era solo Linda: purtroppo io non sono riuscita ad essere presente fisicamente (solo in voce, al telefono). Ma c’è chi ha raccontato il libro per me, e non potevo essere in mani migliori: per questo, grazie Raffaella Fenoglio, grazie alla direttrice artistica Paola Savella e grazie alla Libreria Mondadori di Bordighera per la comprensione, l’affetto e per aver dimostrato tanta attenzione per il mio romanzo!